Roccella sempre amara. Il Messina perde 3-1

Il Messina non riesce a dare continuità al successo contro la Cittanovese e torna dal “Ninetto Muscolo” di Roccella con un’amara sconfitta per 3-1. Decisive le motivazioni di una squadra, quella calabrese, bisognosa di punti salvezza e due episodi che, nella ripresa, hanno condannato i giallorossi. Non è bastato, infatti, il buon avvio di seconda frazione e l’immediato pari di Rossetti per evitare il ko e interrompere la serie negativa in trasferta.
Mister Andrea Pensabene conferma dieci titolari di una settimana fa, con l’unica novità dell’inserimento di Saverino al posto di Buono nel centrocampo con Danza e Lavrendi. Avella in porta, De Meio, Bruno, Emiliano e Barbera in difesa, mentre in attacco Crucitti, prima a fianco, poi dietro le due punte Arcidiacono e Rossetti.

Dopo una prima fase di studio, il primo pericolo lo crea il Roccella all’11’ con un cross da destra di Faiello per il colpo di testa di Achik che, a centro area, manda a lato. Due minuti dopo Crucitti fa partire Rossetti a sinistra, palla in area per Arcidiacono che si gira e calcia di sinistro, ma Scuffia respinge. Al 19′ ancora Messina al tiro con Rossetti che, sul cross basso di Saverino, calcia sul fondo. È il Roccella a passare in vantaggio al 23′: il cross da sinistra di Malerba attraversa tutta l’area e arriva sul secondo palo a Faiello che, da posizione ravvicinata, firma l’1-0. Il gol favorisce il gioco del Roccella che tiene il possesso, mentre il Messina non riesce a impostare la manovra offensiva e si vede solo al 37′, quando Barbera tenta il tiro al volo dal limite, ma Scuffia para senza problemi chiudendo di fatto qui il primo tempo.
La ripresa, invece, inizia con l’immediato pari del Messina: passano appena 20 secondi quando Barbera conclude dal limite, ma il suo tiro diventa un passaggio a centro area per Rossetti, che si gira bene e di sinistro batte Scuffia. L’1-1 potrebbe segnare la svolta e, invece, sono i padroni di casa a gestire il gioco e pungere già al 3′ con il tiro con Perkovic respinto da Avella; quindi Emiliano prova ad allontanare ma Achik tenta la conclusione al volo deviata in angolo dallo stesso difensore. Il Roccella spinge e, all’8’, su angolo di Leveque, ancora Perkovic costringe Avella a deviare in angolo. Sul successivo corner calcia Malerba e, direttamente dalla bandierina, trova una strana traiettoria che si insacca in rete per il nuovo vantaggio calabrese. I giallorossi sono chiamati alla reazione, ma si vedono solo al 16’ con una punizione di Crucitti: il suo sinistro sorvola la traversa. Mister Pensabene prova a cambiare e si gioca anche la carta Manfrè per Barbera, con Saverino nel ruolo di terzino nel 4-3-3. Il Messina, però, fatica e ma manca il guizzo vincente mentre, al 23’, rischia sul contropiede avviato da Leveque che allarga per Malerba, il quale entra in area ma spara alto. Al 29′ Leveque fa tutto solo, calcia dal limite ma il suo destro finisce a lato di poco, controllato da Avella. Il Messina non trova spazi e il Roccella chiude il match al 37′: altro angolo di Malerba e colpo di testa ravvicinato del neo entrato Khoris, che fissa il 3-1 finale. Fino al triplice fischio non succede altro: il Messina torna con l’amaro in bocca e senza punti. La trasferta di Roccella si conferma avara di soddisfazioni, i giallorossi restano così fermi a quota 33 e nel prossimo turno affronteranno il Licata al “Franco Scoglio”.

ROCCELLA-MESSINA 3-1
Marcatori: 23′ Faiello (R), 1′ st Rossetti, 8′ st Malerba (R), 37′ st Khoris (R)

Roccella: Scuffia, Sangare, Malerba, Suraci, Liviera, Coluccio, Kamara, Faiello, Perkovic (25′ st Khoris), Leveque (47′ st Riitano), Achik (40′ st Pascuzzi). A disp.: Margherito, Spagnulo, Olivello, Amato, Bazzarelli, Pietanesi. All.: Galati
Messina: Avella, De Meio (30′ st Puglisi), Barbera (17′ st Manfrè), Danza (25′ st Bossa), Emiliano, Bruno, Arcidiacono, Lavrendi (46′ st Cristiani), Rossetti, Crucitti, Saverino. A disp.: Pozzi, Fragapane, Ungaro, Puglisi, Buono, Vuolo. All.: Pensabene
Arbitro: Grasso di Ariano Irpino
Assistenti: Martinelli di Potenza e Rinaldi di Policoro
Ammoniti: De Meio (M), Bruno (M), Arcidiacono (M)