Il Messina si rilancia con Crucitti. 1-0 sul San Tommaso

Un gol per lasciarsi alle spalle un periodo poco positivo, un gol per battere il San Tommaso e riassaporare il gusto dei tre punti. Un Messina cinico e generoso ringrazia il proprio capitano, Antonio Crucitti, e porta a casa un importante successo per 1-0.
Classico 4-3-3 per mister Karel Zeman, che si affida ad Avella tra i pali, in difesa Ungaro e Bruno, al rientro dalla squalifica, con Saverino e Fragapane ai lati; in mezzo Sampietro, Lavrendi e Buono, mentre in attacco Rossetti, Crucitti e il classe 2001 Cafarella, novità nell’undici titolare.

Lunga fase di studio in avvio di gara, interrotta al 7’ dal primo tentativo degli ospiti che, su azione d’angolo, chiamano Avella alla parata su colpo di testa di Mannone. Al 16’ bella iniziativa sulla destra di Rossetti che, salta due uomini, entra in area e mette in mezzo ma la difesa devia in corner. Sul successivo angolo, trattenuta su Lavrendi, ma l’arbitro lascia correre. Al 20’ giallorossi vicini al gol: angolo di Sampietro, colpo di testa di Ungaro che, deviato da un avversario, finisce a fil di palo e nuovamente in corner. Il Messina gestisce bene il possesso, fa girare palla ma non trova gli spazi giusti per colpire. Il tempo scorre senza particolari emozioni e, solo al 45’, i campani si fanno vedere di nuovo in avanti con Sabatino che, in area, spara su Avella in uscita bassa, quindi la sfera si impenna e sbatte sulla parte alta della traversa, prima che la difesa riesca a liberare.

Si va al riposo sullo 0-0, mentre la ripresa si apre subito con una novità: mister Zeman manda in campo Pietro Arcidiacono, che sostituisce Sampietro per il suo secondo esordio in maglia giallorossa. L’attaccante prova ad accendere la manovra e calarsi subito nella parte del trascinatore. Dopo una punizione di Pagano, controllata senza problemi da Avella, al 17’ bella combinazione tra Lavrendi e Arcidiacono, palla in mezzo per Crucitti, ma i suoi due tentativi ravvicinati non hanno fortuna e il capitano guadagna solo un angolo. Il Messina insiste e il tecnico si gioca altre due carte con gli ingressi di Manfrè e De Meio. Al 25’ i peloritani costruiscono ancora con Lavrendi e Arcidiacono: destro ravvicinato dell’attaccante, Landi non trattiene ma lo aiuta Mannone che riesce a liberare l’area piccola. Si gioca praticamente nella metà campo del San Tommaso: al 29’ ancora giallorossi pericolosi con un cross per Rossetti, che non arriva alla deviazione sotto porta, ma gli sforzi e la pressione del Messina vengono premiati al 40’. Bella l’azione che porta al gol: cross da destra di Manfrè, Arcidiacono fa sponda per Rossetti a centro area, tocco di prima per il tiro al volo di Crucitti che batte Landi per l’1-0. Nei minuti finali, e nei 4 di recupero, non succede altro, con i giallorossi bravi ad amministrare il vantaggio. Il triplice fischio sancisce il ritorno al successo del Messina, che sale così a quota 29, -5 dal quinto posto e dai play-off. Da martedì la ripresa degli allenamenti per preparare la sfida esterna di domenica contro il Castrovillari.

ACR MESSINA-SAN TOMMASO 1-0
Marcatore: 40’ st Crucitti

Acr Messina: Avella, Saverino, Fragapane, Sampietro (1’ st Arcidiacono), Ungaro, Bruno, Lavrendi, Buono (28’ st Manfrè), Rossetti (42’ st Cristiani), Crucitti, Cafarella (28’ st De Meio). A disp.: Pozzi, Cinquegrana, Puglisi, Bossa, Bonasera. All.: Zeman
San Tommaso: Landi, Cambiase, Madonna, Colarusso, Mannone, Pagano, Alleruzzo (33’ st Savarise), Castro (42’ st Stoia), Sabatino (31’ st Moffa), Konate, Massaro. A disp.: Dose, Falivene, Zollo, Cuciniello, Raiola, Colucci. All.: Liquidato
Arbitro: Longo di Cuneo
Assistenti: Nechita di Lecco e Taverna di Bergamo
Ammoniti: Crucitti (M), Bruno (M), Alleruzzo (ST), Madonna (ST), Colarusso (ST), Fragapane (M)
Recupero: 1’ e 4’